L’appuntamento è per il 19 FEBBRAIO a partire dalle ore 10.30, presso l’aula Magna dell’Università per Stranieri di Siena, in piazza Carlo Rosselli, 25-27.

Un convegno per mostrare come lo sport possa essere veicolo di superamento delle forme di isolamento e discriminazione linguistica e razziale: è Lo sport come strumento di integrazione linguistica e culturale, il convegno organizzato da Università per Stranieri di Siena, in collaborazione con Comune di Siena, Coni Toscana, UISP e CUS Siena.
Al convegno parteciperà anche Alessandro Tortelli, direttore CST Firenze, che illustrerà i dati sul turismo sportivo in Italia.

PROGRAMMA CONVEGNO
LO SPORT COME STRUMENTO DI INTEGRAZIONE LINGUISTICA E CULTURALE

Saluti

Pietro Cataldi Rettore dell’Università per Stranieri di Siena
Leonardo Tafani Assessore allo sport – Comune di Siena
Paolo Gheda Coordinatore della candidatura di Siena a Città Europea dello Sport
Paolo Ridolfi Delegato CONI – Provincia di Siena
Simone Pacciani Presidente UISP Siena
Giuseppe Gotti Presidente CUS Siena

Interventi

Emanuele Isidori (Università di Roma Foro Italico) Dual career: doppia carriera nello studio
e nello sport di élite
Alessandro Tortelli (Centro Studi Turistici Firenze) Il turismo sportivo
Mauro Valeri(Sociologo dello sport) Lo ius soli sportivo. Quale cittadinanza per gli stranieri?
Massimiliano Tabusi (Unistrasi) Sport e geografie “pop”
Raymond Siebetcheu (Unistrasi) Sfide ed educazione linguistica nello sport

Testimonianze

Ezekiel Kemboi (Atletica 2005, Colle Val d’Elsa) atletica leggera
Irene Siragusa (Gruppo Sportivo dell’Esercito / Atletica 2005, Colle Val d’Elsa; studentessa
Unistrasi) atletica leggera
Giulia Bonechi (Mens Sana, Siena; studentessa Unistrasi) pattinaggio corsa

Coordina i lavori: Pietro Cataldi

L’ingresso è libero. Scarica la locandina del convegno di Siena.

Il convegno è organizzato nell’ambito delle iniziative per la candidatura di Siena al titolo di European City of Sports 2020.

Per informazioni: Raymond Siebetcheu, e-mail: siebetcheu@unistrasi.it